AGENZIA DEL TEMPO LIBERO

AGENZIA DEL TEMPO LIBERO

L’Agenzia del Tempo Libero è un progetto che prevede un percorso finalizzato ad aumentare le
capacità di gestione del tempo libero e a promuovere la vita indipendente fuori dal nucleo familiare
Si cerca di dare il più possibile l’organizzazione in mano ai ragazzi.

OBIETTIVI GENERALI
Dare ai ragazzi un luogo d’incontro “da grandi”;
Imparare a gestire il proprio tempo;
Imparare a scegliere;
Vivere autenticamente l’esperienza del gruppo dei pari.
OBIETTIVI SPECIFICI
Punti di riferimento: associazione, fermata autobus, centro
città
Internet
Uso del telefono
Autobus
Soldi
Conoscenza della città, luoghi di svago e ricreativi
CLUB – RAGAZZI IN GAMBA

CLUB RAGAZZI IN GAMBA

Il club dei ragazzi ha durata triennale ed è rivolto ad adolescenti e giovani adulti con Sindrome di Down.
L’ organizzazione in gruppi e sottogruppi è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi educativi.
Autonomia infatti vuol dire sapersela cavare da soli, ma anche imparare a collaborare, a chiedere aiuto, a rispettare un turno.

Gli obiettivi del progetto sono:
– favorire il passaggio dal mondo adolescenziale a quello adulto;
-acquisire competenze utili nella vita di tutti i giorni;
-costruire la propria identità adulta.

Le attività proposte sono incentrate su 5 aree educative individuate come fondamentali per un’educazione all’autonomia esterna:
Comunicazione: i ragazzi sono stimolati a chiedere informazioni, a fornire i propri dati personali, a sapere usare i telefoni, sia come mezzi per raggiungere ciò che desiderano, sia per potere chiedere aiuto in caso di difficoltà.
Orientamento: i ragazzi sono sollecitati a porre la giusta attenzione nel guardarsi intorno in modo consapevole. Perciò sarà potenziata la capacità di leggere e seguire indicazioni stradali, individuare punti di riferimento, leggere i nomi delle strade, riconoscere le fermate degli autobus, dei taxi.
Comportamento stradale: fondamentale per l’autonomia esterna è l’assunzione di comportamenti adeguati che permettano di muoversi da soli facendo attenzione agli attraversamenti stradali, ai segnali pedonali.
Uso del denaro: l’utilizzo consapevole del denaro permettere ai ragazzi, attraverso determinate strategie, di riuscire a fare piccoli acquisti personali in modo autonomo. L’obiettivo è quello di imparare a riconoscere e conteggiare i vari tagli di denaro, leggere i prezzi, comprendere quando si deve ricevere il resto e in che quantità.
Uso dei servizi: importanza di riconoscere ed utilizzare adeguatamente i negozi di uso comune ed i servizi; per esempio l’uso degli uffici pubblici, dei trasporti, e di alcuni luoghi di divertimento.

ESPLORATORI

ESPLORATORI

Il gruppo Esploratori ha durata triennale ed è rivolto a preadolescenti con Sindrome di Down.

Progettualità

Ai ragazzi viene proposto di fare delle vere e proprie “missioni” per conoscere i luoghi d’interesse della propria città.

Gli obiettivi del progetto si dividono in:

Autonomia personale:

cura della propria persona e del proprio abbigliamento;
gestione delle proprie cose;
gestione degli spazi;
valore delle cose.

Autonomia sociale:

sapersi relazionare con coetanei ed adulti non familiari;
fare delle scelte;
saper fare piccoli acquisti.

PROGETTO GIOCO E IMPARO

PROGETTO GIOCO E IMPARO

Il Gioco-Imparo è un percorso di pre-Autonomia che ha come obiettivo quello di preparare i bimbi a sperimentare il “mondo esterno”, cercando di dar loro le competenze e gli strumenti necessari per affrontarlo al meglio.

OBIETTIVI GENERALI
Socializzazione;
Autonomia personale;
Potenziamento individualizzato;
Intervento educativo con le famiglie;
Supporto scolastico.

OBIETTIVI SPECIFICI
Socializzazione: accrescere il senso di appartenenza al gruppo. Lavorare sul riconoscimento delle emozioni più semplici;
Autonomia: potenziare le abilità acquisite, migliorando il comportamento in bagno e nella preparazione delle merenda. Lavorare sul corretto utilizzo della zip potenziando l’utilizzo dello strap e dei bottoni; imparare a lavarsi i denti;
Potenziamento individualizzato: accrescere e rafforzare competenze e abilità secondo i bisogni di ciascun bambino, lavorando anche in piccoli gruppi a secondo delle esigenze;
Intervento educativo con le famiglie: fornire alle famiglie gli strumenti per migliorare l’autonomia domestica e la comprensione delle “regole”;
Supporto scolastico: creare una rete di collaborazione e condivisione con l’istituzione scolastica per agevolare un metodo unico d’intervento.
Inserimenti lavorativi